• Orchestra di chitarre

Alessandro Scandroglio

Scandroglio


Alessandro Scandroglio nasce il 27 aprile 1979 a Castellanza, Italia. Dal 1987 al 2000 studia violino, prima alla scuola media statale “L.Majno” ad indirizzo sperimentale musicale nella classe della professoressa Simona Gilardi, e poi al "Istituto Musicale Pareggiato G.Puccini" di Gallarate, sotto la guida del M° Ruggero Marchesi. Negli ultimi anni di conservatorio affianca allo studio del violino anche lo studio della viola. In questi stessi anni si diploma al Liceo Artistico statale di Varese dove inizia a conoscere e ad appassionarsi alla lavorazione del legno.
Dal 1997 al 2000 studia liuteria presso la “Scuola Internazionale di Liuteria” di Parma sotto la guida del M° Renato Scrollavezza e del M° Marco Imer Piccinotti per la verniciatura.

Nel 2000, dopo essersi diplomato, diventa liutaio indipendente e apre il suo laboratorio a Casorate Sempione. Nello stesso anno inizia il suo apprendistato, che diventerà in seguito attiva collaborazione, con il M° Piccinotti, dal quale riceve un contributo fondamentale alla sua formazione.

Sotto la guida del M° Piccinotti  e aiutato anche dai suoi passati studi musicali, inizia la sua ricerca verso uno stile personale e verso un suono ideale. Grazie alla raffinata tecnica costruttiva imparata,  riesce ora a raggiungere il risultato sonoro desiderato e nel contempo ad esaltare le qualità acustiche del legno impiegato.

I suoi strumenti vengono apprezzati in tutto il mondo oltre che da numerosi musicisti e solisti di importanti orchestre italiane.

 

Dal 2010 ha affiancato alla costruzione degli strumenti ad arco, anche la costruzione di chitarre classiche. Per una scelta personale dettata da una ricerca di un suono molto distiguibile, caratterizzato da un’estrema limpidezza, definizione e ricchezza di armonici, ha deciso di concentrarsi principalmente su due materiali per la realizzazione delle sue chitarre: l’abete per la tavola e l’acero per il fondo e le fasce.

Premi:

2006 – terzo permio con un violino al Concorso Internzionale di Poznan, Polonia

2006 – premio per il più giovane premiato al Concorso Internzionale di Poznan, Polonia

2010 – primo premio con un violino al bando di concorso per l’acquisto del Quartetto d’Archi del Conservatorio di Como